Scale elicoidali | Intervista all’architetto Davide Giambelli

Quando ho incontrato Davide Giambelli sono stata catapultata nello strano mondo delle scale elicoidali. L’architetto romano infatti le riporta su carta disegnandone i progetti, arricchendoli con la sua preziosa interpretazione, in una sorta di procedimento all’inverso. Da dove nasce questa passione? Dopo essermi laureato mi sono imbattuto subito in progetti internazionali, grazie ai quali ho scoperto la complessità dell’architettura, mentre all’università ne avevo appreso principalmente le nozioni basilari. Dopo le esperienze all’estero, in cui ho iniziato a lavorare con la [...]

La chiesa di Santa Bonosa

Angoli di Trastevere | La chiesa di Santa Bonosa Dopo l’unità d’Italia e Roma capitale, imponenti trasformazioni urbanistiche ed edilizie segnarono profondamente l’aspetto della città, a volte snaturandolo. Il Trastevere fu oggetto di queste trasformazioni: Roma doveva assolvere al ruolo di capitale di un nuovo regno, rinnovarsi, cancellare i suoi tratti più popolari e rurali. Il nostro rione fin dall’antichità aveva un carattere popolare e multietnico, abitato da gente di umile condizione che lavorava in attività industriali che sfruttavano la [...]

I prati di San Cosimato

Il nuovo quartiere: i prati di San Cosimato In pochi anni, a Trastevere nasce un quartiere ai prati di san Cosimato quando la città, nel 1871, diventa Capitale e l’improvvisa richiesta di alloggi fa salire il prezzo delle pigioni per la fascia sociale ai limiti della sopravvivenza; la speculazione edilizia già presente durante il governo pontificio cerca un aumento della rendita frazionando le abitazioni nelle quali si accalcano anche oltre dodici abitanti. Si soprelevano vecchie case mentre vengono demoliti fabbricati [...]

La casa di Michelangelo al Gianicolo

ANGOLI DI TRASTEVERE | La casa di Michelangelo al Gianicolo Tra le abitazioni dal passato illustre una targa sul palazzo delle Assicurazioni Generali in piazza Venezia ricorda che “Qui era la casa consacrata dalla dimora e dalla morte del divino Michelangelo”. È lì, infatti, che per mezzo secolo Michelangelo visse solo, benché circondato da serve che egli apostrofava come “puttane e porche”. “Vi vissi – scrive – povero come spirito legato a un’ampolla, come la midolla da sua scorza”. Due [...]

By |2021-03-12T14:12:54+01:0012 Marzo 2021|Categories: Angoli di Trastevere|0 Commenti

L’origine dello zabaione | La Chiesa di San Baylon

ANGOLI DI TRASTEVERE | L'origine dello zabaione e La Chiesa di San Baylon A san Francesco a Ripa, la via che conduceva al porto di Ripa Grande, sorge una chiesa che forse non attira molto l'attenzione ma che ha una storia da raccontare. Edificata da papa Callisto II nel 1122 e consacrata ai Quaranta Martiri, fu ceduta nel 1736 ai Padri Minori Scalzi di S. Pietro d'Alcántara, i quali la ristrutturarono per poi dedicarla a S. Pasquale Baylon, il santo [...]

By |2021-03-12T13:58:27+01:0012 Marzo 2021|Categories: Angoli di Trastevere|0 Commenti

La fontana della Botte | Via della Cisterna

ANGOLI DI TRASTEVERE | La fontana della Botte di via della Cisterna   Tutti sarete passati davanti alla fontana della Botte in via della Cisterna. Fu realizzata nel 1927 con allusione alla nutrita presenza di osterie che animavano la zona. Dal "caratello", come veniva chiamata anticamente a Roma la botte con la quale si trasportava il vino, fuoriesce un getto d'acqua che si versa nel sottostante tino da mosto. Questo è affiancato dalle tipiche misure servite anticamente dalle osterie: era [...]

By |2021-02-11T19:08:31+01:0011 Febbraio 2021|Categories: Angoli di Trastevere|0 Commenti

Santa Maria dell’orto | Gli orologi a 6 ore

Nel 1783 Giulio Cordara dei Conti di Calamandrana, gesuita trapiantato a Roma per studiare al Collegio Romano, diede alle stampe il “De’ Vantaggi dell’Orologio Italiano sopra l’Oltramontano”, in cui si criticava il sistema di computo delle ore usato dai paesi posti al di là delle Alpi. Il sistema delle ore uguali, articolato su 24 ore della stessa durata, era già comune alla maggior parte dei popoli europei fin dal medioevo, tranne che in Italia, dove l’orologio alla romana a VI [...]

By |2021-02-11T19:08:31+01:0011 Febbraio 2021|Categories: Angoli di Trastevere|0 Commenti

Il bosco Parrasio del Gianicolo

ANGOLI DI TRASTEVERE   Il Trastevere non è rappresentato soltanto dal vivace e colorato rione dagli scorci caratteristici che conservano memorie della più autentica romanità. Il colle che lo sovrasta, l’antico Gianicolo, appare ameno e verdeggiante, ricco di suggestioni legate al suo passato di infinite storie e leggende. Proprio lungo il pendio sopravvive un piccolo gioiello, memoria preziosa di un tempo in cui la zona sottostante della Lungara vedeva la presenza di una delle più interessanti personalità del XVII secolo: [...]

La voliera dei pavoni bianchi

Breve storia del lontano sfarzo Villa Sciarra, posta tra via Dandolo e Monteverde vecchio, viene ricordata dai trasteverini come luogo d’infanzia sebbene oggi sia poco frequentata e quasi abbandonata. Infatti fino a qualche anno fa in questa villa, ben più raccolta e meno dispersiva della vicina Villa Pamphilj, si poteva fare un giro sopra i ciuchi (asinelli o pony), o sopra il più meccanico “bruco”, un mini-trenino su rotaie ormai rimosso. Il sabato e la domenica i bambini organizzavano un [...]

Enrico Ferola, il fabbro della Resistenza

ANGOLI DI TRASTEVERE - ENRICO FEROLA   Enrico Ferola nasce a Roma il 30 ottobre 1901. «Popolano schivo e scorbutico» così viene ricordato nell’immediato dopoguerra dagli abitanti del Rione Trastevere. Fabbro, membro del Partito d’azione, è il principale artefice dei chiodi a quattro punte, arma iconica della Resistenza romana. Arrestato il 19 marzo 1943 dalla Banda Koch viene fucilato alle Fosse Ardeatine il 25 marzo dello stesso anno. Se il flusso di coscienza di Ferola è un espediente narrativo, luoghi, [...]

By |2021-02-07T14:11:53+01:009 Novembre 2020|Categories: Angoli di Trastevere, Numero 13 | Rivista cartacea, Storie|0 Commenti