La Posta der Core

della Professoressa Coredelatta Siamo riusciti a portare nella nostra redazione la Professoressa Emerita Coredelatta, nostra vate melensa. Nota per il rione per la sua capacità di buttarla in caciara, si presterà a rispondere alle vostre burle affettuose, ai vostri mali dell’anima, ai vostri sospiranti problemi sentimentali, ai vostri cosiddetti “cazzi” insomma. Vi preghiamo di essere più spicci possibile, come sarà lei nelle risposte. I vostri lamenti saranno comunque accorciati per arrivare al succo del discorso.  Risponderà con dei modi di [...]

By |2020-07-29T15:06:16+02:0029 Luglio 2020|Categories: Numero 12 | Rivista cartacea, Senza categoria, Territorio|0 Commenti

Shinjuku, Tokyo

QUARTIERI DAL MONDO   L'anno scorso, più o meno di questi tempi, sono andata in Giappone. Quando vedi Tokyo per la prima volta, è impossibile non rimanere sbalorditi. Nel mio caso ho passato più di un'ora, da quando ho ritirato il mio zaino all'aeroporto fino all'arrivo in ostello, a bocca spalancata. Liceali in gonnellino e calzette al ginocchio, sale fumose con file di slot machine luminose e tintinnanti, snack incomprensibili venduti nei 7-Eleven. Dopo un po' richiudi la bocca, ma [...]

L’angioletto de ponte Mazzini

'Na Storiaccia   So’ ormai sempre meno rare le vorte in cui Roma, ner mese de febbraio, se ‘mbianca tutta de neve. Da che era visto come ‘n evento eccezionale, è diventata nell’anni ‘na consuetudine, quasi ‘n appuntamento fisso. Pe’ li grandi, compreso pe’ chi scrive, è soprattutto ‘na gran rottura, anche perché, se è vero come è vero che noi romani nun sapemo manco affrontà degnamente du’ gocce d’acqua in più der solito, figuramose se semo in grado de [...]

Via della Frusta | Una foto per una storia | Episodio 7

L’intervista per raccontare cosa evoca questa foto scattata a uno dei personaggi vissuti a via della Frusta e che conserva memoria storica di quei tempi, è stata fatta un po’ in ritardo, per via dell’emergenza che ci ha sottoposto a isolamento forzato. Mi presento da lui mentre è impegnato in lavori domestici, mi chiede quindi di rimandare l’intervista, gli mostro la foto ed esclama: “Zi’ Carlo Er Maniscarco! Te racconto solo ‘na cosa: un giorno passano du’ belle signore, more, [...]

Quando il gioco diventa patologico

“Chi gioca ai cavalli è un misto, un cocktail, un frullato de robba, un minorato, un incosciente, un regazzino, un dritto e un fregnone, un milionario pure se nun c’ha ‘na lira e uno che nun c’ha ‘na lira pure se è milionario. Un fanatico, un credulone, un buciardo, un pollo, è uno che passa sopra a tutto e sotto a tutto, è uno che ‘mpiccia, traffica, imbroglia, more, azzarda, spera, rimore e tutto per poter dire: Ho vinto! E [...]

By |2020-07-29T14:50:35+02:0029 Luglio 2020|Categories: Numero 12 | Rivista cartacea, Senza categoria, Territorio|0 Commenti

I piumati di Trastevere, storia e folklore

Quando lo sport, la musica e i giochi di strada univano la popolazione trasteverina   Abbiamo studiato che il 20 settembre 1870 i primi soldati dell’esercito italiano che entrarono a Roma furono i fanti piumati del primo Regimento del Corpo speciale, i quali cantavano una canzone divenuta popolare che faceva “… e la presa di Porta Pia l’hanno vinta i bersaglieri!”. Furono acquartierati nell’area annessa al convento di San Francesco a Ripa, prima sequestrata e subito dopo incorporata nel demanio [...]

By |2020-07-29T14:47:10+02:0029 Luglio 2020|Categories: Numero 12 | Rivista cartacea, Senza categoria, Territorio|0 Commenti

Giocare è una cosa seria

Introduzione al gioco nell’età evolutiva Osservando i bambini, fin dai primi anni di vita, ci rendiamo subito conto che essi dedicano al gioco gran parte del loro tempo. Il gioco può essere considerato un’attività fine a se stessa: per il bambino “nel gioco non vi è altra giustificazione che il gioco stesso. Si gioca per il piacere di farlo” (Baumgartner, 2010). Per il bambino, il modo naturale per imparare è attraverso il gioco. Mediante il gioco, infatti, il bambino esplora [...]

By |2020-07-29T14:45:44+02:0029 Luglio 2020|Categories: Numero 12 | Rivista cartacea, Territorio|0 Commenti

Giuochi Fanciulleschi di fine 1800

Estratto dal libro Usi, Costumi e pregiudizi del popolo di Roma di Giggi Zanazzo (1907), edizioni Intra Meonia, capitolo "Giuochi fanciulleschi, divertimenti, passatempi, esercizi"   Giggi Zanazzo (1860-1911) è stato un poeta dialettale sotto lo pseudonimo di Abbate Luvvigi, editore e fondatore del Rugantino, periodico cartaceo in lingua romanesca che pubblica i primi sonetti di Trilussa lanciando la sua fortunata carriera. Zanazzo è inoltre considerato il padre della Romanistica, materia che studia gli usi, la lingua, le credenze e le [...]

La vòi ‘na spada? Ma vai liscio va…

“La bellezza del gioco delle carte è qua, per strada. Stamo bene così! Qui hanno sempre giocato a carte, giocavano già 60 anni fa” In qualsiasi giorno tu decida di trascorrere qualche ora spensierata al Bar San Calisto, puoi star certo di trovarci quel gruppetto di giocatori incalliti e caciaroni che saranno lì a ricordarti da dove vieni, se sei di Roma, o dove sei arrivato se vieni da fuori. “Ao, che hai deciso? Ce le voi fà ste domande? [...]

Regina Coeli: il gioco come vita e la vita come gioco

Il gioco come vita e la vita come gioco Procedere dal gioco per riprendersi la vita è quel che ogni giorno scelgono di fare molti detenuti del carcere di Roma e di Trastevere, ossia di Regina Coeli. Particolare per impatto della struttura e posizione è il ruolo che la casa circondariale ha su trasteverini, romani e semplici turisti. È un carcere al centro della città che si trova lungo via della Lungara. Una strada che è inizio e fine del [...]

By |2020-07-29T14:37:23+02:0029 Luglio 2020|Categories: Numero 12 | Rivista cartacea, Territorio|0 Commenti