Lasciatemi camminare

Di Marta Zappaterreno Parlare di maschilismo sistemico e di femminismo, di pari opportunità e di chiusura mentale, di violenza e appropriatezza sarebbe veramente troppo per me. Sono una pessima cantastorie, figuriamoci una scrittrice: mi dilungo e faccio troppi giri di parole, dimenticandomi quasi sempre quale sia il punto centrale della mia storia. Sono solo una ragazza che ha avuto la “pessima” idea di mettersi una gonna a gennaio, ma fortunatamente l’universo (o gli operai di via Portuense, stessa cosa), hanno [...]

By |2021-03-30T08:36:12+02:0030 Marzo 2021|Categories: Articoli, Senza categoria, Territorio|0 Commenti

Le Eumenidi

Intervista a Gipo Fasano, regista romano alla sua opera prima     All'ultima edizione della Festa del Cinema di Roma è stato presentato Le Eumenidi, esordio del regista Gipo Fasano. Il film si perde in una notte romana e segue un ragazzo di nome Valerio alle prese con i propri tormenti... Ho incontrato Gipo in un bar, e fra spremute d'arancia e caffè abbiamo parlato del suo film, di cinema e di smartphone, di produzioni indipendenti e di pistole che [...]

L’omo e l’arbero

Mentre segava un Arbero d'Olivo un Tajalegna intese 'sto discorso: — Un giorno, forse, proverai er rimorso de trattamme così, senza motivo.   Perché me levi da la terra mia? Ciavressi, gnente, er barbero coraggio de famme massacrà come quer faggio che venne trasformato in scrivania?   — Invece, — j'arispose er Tajalegna — un celebre scurtore de cartello, che lavora de sgurbia e de scarpello, te prepara una fine assai più degna.   Fra poco verrai messo su l'artare, [...]

By |2021-02-12T16:05:21+01:0011 Febbraio 2021|Categories: Articoli, Numero 14 | Rivista cartacea, Poesie, Senza categoria|0 Commenti

Emergenza Trastevere: strade nostre

NASCITA DEL COMITATO EMERGENZA TRASTEVERE   Quando avevo vent’anni mi capitò di fare le ore piccole con un amico a via del Mattonato. A una certa, come si dice, un signore si affacciò dal secondo piano e disse: ah Pippo Franco, hai finito co’ ‘sto spettacolo? Ci ammutolimmo. C’erano norme non scritte di rispetto ancora valide in strada. Regole che affondavano le proprie radici nel terreno come sanpietrini. Non è più così a Trastevere. Le serate a bere birra sui [...]

By |2021-02-11T17:02:39+01:008 Febbraio 2021|Categories: Articoli, Numero 14 | Rivista cartacea, Territorio|0 Commenti

Orti alti

VIVA IL VERDE URBANO CONDIVISO   L'8 dicembre 2020 ho fatto due chiacchiere al telefono con l'architetto Elena Carmagnani, che insieme alla collega Emanuela Saporito, ha avuto un'idea sbalorditiva nella sua semplicità. Nel 2010 Elena ed Emanuela provano a coltivare un orto sul tetto del fabbricato nel cortile dove si trova il loro studio di architettura, nel bel capoluogo piemontese. “Il tetto del prefabbricato era piano e foderato con una soletta in guaina di bituma” mi racconta Elena (una soletta [...]

Fiume Tevere: tutto scorre

Il fiume Tevere tra vecchie criticità e nuovi propositi   IL LATO OSCURO Passeggio sul lungotevere, è una domenica d’inverno fredda e a tratti piovosa. Roma è mezza vuota. Sarà il virus, sarà il cielo grigio. Il Tevere, anima di questa città, calpestato e maltrattato seppur casa per molti, svela i lati oscuri di una città in decadenza. Scendo sulle banchine di ponte Sisto e mi avvio verso ponte Garibaldi, sponda sinistra. Tra erbacce e canneti, muri che cadono, ingressi [...]

La voliera dei pavoni bianchi

Breve storia del lontano sfarzo Villa Sciarra, posta tra via Dandolo e Monteverde vecchio, viene ricordata dai trasteverini come luogo d’infanzia sebbene oggi sia poco frequentata e quasi abbandonata. Infatti fino a qualche anno fa in questa villa, ben più raccolta e meno dispersiva della vicina Villa Pamphilj, si poteva fare un giro sopra i ciuchi (asinelli o pony), o sopra il più meccanico “bruco”, un mini-trenino su rotaie ormai rimosso. Il sabato e la domenica i bambini organizzavano un [...]

Villa Sciarra sta crollando

Salendo da via Dandolo, all’altezza dei Fortini, si vede un muraglione puntellato da pali di ferro: è la nostra villa che viene giù Quando Bernardo Bertolucci fece il suo esordio alla regia nel 1962 con il film “La comare secca”, tratto da un soggetto di Pier Paolo Pasolini, per l’ambientazione non volle allontanarsi un granché dalla casa di Monteverde in cui viveva all’epoca. Scelse infatti la vicina Villa Sciarra come palcoscenico per quella drammatica storia, che se fosse stata vera [...]

Tevere navigabile: il progetto prende forma

Ieri mattina, la sindaca Raggi e Roberto Traversi, sottosegretario del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT), hanno presentato il progetto “Tevere navigabile, dal mare a Roma percorrendo il fiume”. L’idea che balena nella testa dei romani da sempre, potrebbe diventare una realtà. Come le altre Capitali europee, da Parigi a Vienna e Budapest, il fiume potrebbe tornare a disposizione dei cittadini. Il progetto sarà inserito nel Recovery Plan, il progetto di riforma che ogni nazione della Comunità Europea presenterà [...]

By |2021-02-11T16:49:42+01:004 Dicembre 2020|Categories: Articoli, Territorio|0 Commenti

Porta Portese deve r(i)esistere

“Vado avanti a gomitate tra la gente che s’affolla”, cantava nel 1972 Claudio Baglioni nella sua Porta Portese. Adesso, dopo il Covid, in quello che nel Dopoguerra era nato come nuova sede del mercato nero e che è diventato nel tempo uno dei simboli di Roma a livello mondiale, le cose sono cambiate. Di gente ce n’è tanta, ma anche tra i banchi di via Ippolito Nievo e di via Ettore Rolli il divieto di assembramenti e l’obbligo del distanziamento [...]