© 2017 by "IL VENTRILOCO". creato con Wix.com

In scena | Teatro Argot: un porto aperto

November 15, 2019

Sono passati dieci anni. Dieci anni di navigazioni, naufragi, derive, approdi. Abbiamo imparato ad attraversare molti cambiamenti e ad adattarci. Dopo tutto questo tempo c’è una domanda che continua a tormentarci: un artista è in grado di trasformare la realtà e di plasmarla secondo la sua visione? Oppure è costretto a sottomettersi ad essa? Deve farsi strumento per narrarla e rivelarla o stravolgere di continuo il punto di vista di chi la osserva? Fatto sta che a distanza di questi dieci anni molte cose sono cambiate nel mondo reale, che è sempre più difficile da raccontare. Chi è nato in un’epoca in cui la tecnologia non era ancora un elemento imperante e indispensabile nelle nostre vite forse ricorderà anche che esisteva il teatro, un luogo oggi misterioso e sommerso. A che serve oggi un teatro? (Oltre a darci un sacco di grattacapi... ovviamente!)

 

È normale, anzi essenziale farsi queste domande. La risposta che ci siamo dati per tutti questi anni e che continuiamo a darci è legata a un senso di appartenenza ad una comunità. Abbiamo un teatro all’interno di una città e Il nostro compito è quello di tenere aperte le porte.

 

In luoghi come questo le persone si incontrano, si conoscono, parlano, studiano insieme e imparano a guardare e ad ascoltare l’altro nel buio di una sala. Creano una lingua comune che gli permette di comprendersi e accettarsi. Dobbiamo essere un porto aperto.

 

Allo stesso tempo abbiamo cercato di portare anche fuori il nostro lavoro: in strada, nel quartiere. Da poco abbiamo intrapreso un percorso di rete e collaborazione con alcune delle realtà più attive e vitali del quartiere: insieme al Ventriloco e alla compagnia Chien Barbu Mal Rasé abbiamo ridato vita al Banditore, un’iniziativa culturale che ha la finalità di mettere in comunicazione le persone, dotandole di uno strumento antico ma che può essere rinnovato grazie alla creatività e alla collaborazione tra le associazioni del territorio e gli artisti coinvolti.

 

Tutto questo fa parte della nostra risposta alla domanda “A che serve oggi un teatro?”.

 

Ora non ci resta che aprire: la Stagione 2019|2020 verrà inaugurata a ottobre. Venite a trovarci e a scoprire le sorprese che abbiamo riservato per voi. Ci troverete aperti!

 

Per scoprire tutta la programmazione annuale, vai sul sito www.teatroargotstudio.com, o visita la pagina facebook.com/argotstudio e instagram.com/teatroargotstudio

 

Illustrazione di Federico Russo

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload